X

Esempi di inserimento dei termini di ricerca


milano roma: deve essere presente uno dei due termini
+milano +roma: devono essere presenti entrambi i termini
+milano roma: deve essere presente milano ed eventualmente roma
+milano -roma: deve essere presente milano ma non roma
+milano +( venezia): devono essere presenti o milano e roma o milano e venezia, ma i record con milano e venezia hanno rilevanza maggiore.
('<' indica minore rilevanza, '>' indica maggiore rilevanza)
"milano roma": deve essere presente l'esatta sequenza milano roma

Corso di Laurea in Ingegneria Edile Architettura: Organizzazione

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

Coordinatore del corso:     Prof.ssa Tullia IORI

Link utilissimi:

Pagina Facebook ufficiale del corso

Aiutaci a migliorare: segnalazione di problemi/disservizi

 

Guida dello studente 2017-2018 (pdf)

Orario delle lezioni 2017-2018

BANDO ERASMUS 2018-2019 (new!!!!!)

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME


Indice

Progettazione del CdS e e relativo riconoscimento europeo

Consultazioni successive a quelle legate all'istituzione 

Endecalogo e matrice ad 11 colonne

Calendario delle lezioni, degli esami e della lauree

 


Progettazione del CdS e relativo riconoscimento europeo

Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Edile -  Architettura dell'Università di Roma Tor Vergata è stato progettato nel 2001 nel rispetto della direttiva 85/384/CEE (direttiva 85/384/CEE ) concernente i titoli che danno accesso, nell'Unione Europea, alle attività del settore dell'Architettura. L'ordinamento didattico del corso è stato elaborato concordandolo con gli altri Atenei italiani che offrono analogo corso di studi, sulla base di attenta discussione con gli organi del Ministero preposti al riconoscimento europeo, e dopo ampia consultazione con le organizzazioni rappresentative a livello locale del mondo della produzione, dei servizi e delle professioni (avvenuta in data 12 marzo 2001). Il nucleo interno di valutazione di Ateneo ha dato il suo parere positivo in data 26 marzo 2001 e il Comitato regionale di coordinamento analogo parere positivo nell'adunanza del 13-14 marzo 2001.

L'ordinamento didattico del corso di studi, trasmesso al MIUR il 22 novembre 2001, è stato approvato dall'Unione Europea sulla GU C322/2 del 29 dicembre 2004 (GU dell'Unione Europea n. C322/2 del 29 dicembre 2004).

Il corso di studi è stato quindi riconosciuto tra quelli per cui è assicurato il principio del riconoscimento automatico per l'accesso alle attività professionali nel settore dell'architettura all'interno dell'Unione Europea, conformemente alla Sezione 8, articoli da 46 a 49, della direttiva 2005/36/CE (direttiva 2005/36/CE) (recepita in Italia con il d.lgs 9 novembre 2007 n. 206).

In seguito alla modifica di denominazione del corso di studi da "Corso di laurea specialistica a ciclo unico" a "Corso di laurea magistrale a ciclo unico" il MIUR ha avviato una procedura di conformità (conformità alla direttiva 2005/36/CE: procedura di notifica MIUR) che ha portato al riconoscimento da parte dell'Unione Europea della nuova denominazione del titolo dell'offerta formativa del Corso di studi (Comunicazione 2013/C 301/01 che recepisce modifica di denominazione: da "specialistica" a "magistrale").

Infine, nel 2016, con la Decisione delegata 2016/790 della Commissione, del 13 gennaio 2016, che modifica l'allegato V della direttiva 2005/36/CE (GUCE  24 maggio 2016 L134/!35) nel nuovo elenco dei corsi accreditati la denominazione "Università di Roma Tor Vergata" è considerata equivalente a "Università degli studi di Roma Tor Vergata" (vedi nota 72).


Consultazioni successive a quelle legate all'istituzione
Il corso di studi si confronta continuamente con gli altri corsi di studio omologhi presenti in Italia (con aggiornamenti via email, con periodicità trimestrale: in occasione della prova di ammissione, dell'avvio della compilazione della Sua-cds, alla chiusura della Sua, in occasione della preparazione del nuovo bando per la prova di ammissione). La peculiarità del riconoscimento europeo rende infatti le eventuali modifiche al corso soggette ad approvazione da parte di apposite commissioni della UE, quindi i processi devono essere sempre ben motivati e confrontati a livello nazionale.


Coinvolgimento di interlocutori esterni


  • Advisory Council

Per garantire un confronto continuo con i rappresentanti del mondo del lavoro, la Macroarea di Ingegneria dell'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ha costituito un comitato di indirizzo, l'Advisory Council, composto da rappresentanti di enti e aziende del mondo della produzione e dei servizi.
Le consultazioni dell'Advisory Council sono uno strumento molto utile per raffinare una proposta formativa coerente con le esigenze della società e del mondo produttivo, puntando a un progressivo allineamento tra la domanda di formazione e i risultati dell'apprendimento.
 

Qui trovi tutti i membri dell'Advisory Council con le relative aziende di appartenenza

Qui trovi le valutazioni del corso di studi durante l'incontro del 9 febbraio 2018.

Alfredo Simonetti, CfmeCtp

Paolo Mannella, Anas

Paolo Romualdi, Salini-Impregilo


  • Giornate di studio

Fondamentale occasione di confronto sullo stato del corso di studi, innescata dal calo generale delle immatricolazioni in Italia nelle lauree legate all'ingegneria e all'architettura, è stata la

Giornata di Studio, Sapienza Università di Roma, 27 giugno 2016, dal titolo:

"Il corso di studi in Ingegneria edile - Architettura. Stato e prospettive in rapporto al mercato del lavoro"

Per tutti gli approfondimenti sulla storia del corso di studi e sugli sviluppi più recenti, con relativo dibattito, si vedano i documenti preparatori alla Giornata di studio. Alla giornata hanno partecipato i coordinatori dei 17 corsi di laurea in Ingegneria edile-architettura esistenti a livello nazionale, la dott.ssa Vanda Lanzafame del MIUR, il prof. Luciano Rosati, Presidente Commissione CUN Area 08, il Prof. Paolo Giandebiaggi, rappresentante MIUR a Bruxelles nel gruppo di esperti per l'Architettura, il prof. Marco Tubino, Presidente COPI.

Link ai documenti preparatori relativi alla Giornata di studio

Verbale sintetico della tavola rotonda della Giornata di studio


  • Consultazione con l'Ordine degli ingegneri della provincia di Roma

Da anni si è istituita la pratica di ospitare all'interno dell'Ateneo l'esame di stato per l'abilitazione alla professione di ingegnere specialista. L'esame, che si svolge due volte l'anno, è una occasione preziosa di confronto con l'ordine degli Ingegneri, che nomina ogni anno l'apposita commissione di 4 membri (+ 1 nominato dall'Università).

In occasione delle riunioni della commissione, in particolare in quelle a valle della prova orale, quindi dopo le due prove scritte e la prova progettuale, la commissione si incontra con i membri esperti che hanno elaborato le prove e con il coordinatore del corso di studi, in modo da analizzare eventuali criticità della formazione, soprattutto in merito all'approccio deontologico. La possibilità di esaminare due gruppi diversi di studenti, a distanza di alcuni mesi, rende il contributo della commissione particolarmente utile.

I verbali di questi incontri sono consultabili a partire dalla sessione 2016. Le precedenti riunioni, pur molto proficue, non sono state verbalizzate formalmente:

I sessione 2016

II sessione 2016

I sessione 2017

II sessione 2017


  • Incontri di approfondimento con le associazioni di categoria

Incontri con associazioni di categoria come l'ANCE, la FEDERBETON, il CNI, l'ATECAP sono state organizzate a margine di eventi e convegni, a cui ha partecipato il coordinatore del corso di studi. Si vedano in proposito, tra le più recenti:

21 ottobre 2016: SAIE 2016 - La Fabbrica delle idee - Federbeton (tavola rotonda sul tema della formazione universitaria)

28 aprile 2016: MakING - Ingegneria Italiana, Eccellenza per il paese - CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri)

19 maggio 2015: OPERE PUBBLICHE. La Sfida è ora. Da un grande passato ad un grande futuro - ANCE

2 ottobre 2013: MADE in concrete - ATECAP


Contributi interni (docenti e studenti)


  • Seminari annuali interni

I seminari annuali prevedono la partecipazione di tutti i docenti titolari di ingegnamenti nel corso di studi in Ingegneria edile - Architettura, dell'Università degli studi di Roma Tor Vergata e di una selezione di studenti degli ultimi anni (i tesisti della sessione successiva alla data della riunione).

La discussione parte dall'analisi dei dati che vengono presentati dal Coordinatore, le cui relazioni si riportano di seguito. Sulla base della discussione vengono elaborati i documenti inseriti nella SUA-Cds e nel Rapporto di Riesame Annuale (RRA) e Ciclico (RRC).

Relazione 2015

Relazione 2016

Relazione 2017

La discussione consente di verificare le criticità, mettere a punto le stretgia per risolverle, progettare nuove strategie e migliorare l'offerta formativa proponendo, con il contributo di tutti i docenti, nuove attività didattiche.

 

  • Commissione paritetica docenti-studenti

La Commissione paritetica docenti-studenti (istituita ai sensi dell'art.  2, comma 2, lettera g della Legge 240/2010), è composta (quella in carica, insediata nel 2017) da:

n. 3 RAPPRESENTANTI DEI PROFESSORI DI RUOLO E RICERCATORI:
Renato BACIOCCHI
Vittorio NICOLOSI
Daniele DI CASTRO

n. 4 RAPPRESENTANTI DEGLI STUDENTI nel Consiglio di Dipartimento:
Irene Chiapperini
Giovanni De Carolis
Corrado Mezzina
Matteo Esposito

La precendente Commissione (2014-2016), era composta dai professori: Paolo Sammarco, Antonello Tebano, Daniele Carnevale, Andrea Pacifici e dagli studenti: Michele Ricci, Paolo Roberto Di Gregorio.

Di seguito le relazioni annuali per il corso di studi:

2017 - Relazione CPDS

2016 - Relazione CPDS

2015 - Relazione CPDS

2014 - Relazione CPDS

 


 

La direttiva 85/384/CEE, in base alla quale è stato progettato il corso di studi, indica all'art. 3 il cosiddetto Endecalogo, che sintetizza le esigenze e le potenzialità di sviluppo del corso di studi stesso:

"La formazione che porta al conseguimento del titolo è acquisita mediante studi che devono essere equilibratamente ripartiti tra gli aspetti teorici e pratici della formazione di architetto ed assicurare il raggiungimento:

1. della capacità di creare progetti architettonici che soddisfino le esigenze estetiche e tecniche;
2. di una adeguata conoscenza della storia e delle teorie dell'architettura nonché delle arti, tecnologie e scienze umane ad essa attinenti;
3. di una conoscenza delle belle arti in quanto fattori che possono influire sulla qualità della concezione architettonica;
4. di una adeguata conoscenza in materia di urbanistica, pianificazione e tecniche applicate nel processo di pianificazione;
5. della capacità di cogliere i rapporti tra uomo e creazioni architettoniche e tra creazioni architettoniche e il loro ambiente, nonché la capacità di cogliere la necessità di adeguare tra loro creazioni architettoniche e spazi, in funzione dei bisogni e della misura dell'uomo;
6. della capacità di capire l'importanza della professione e delle funzioni dell'architetto nella società, in particolare elaborando progetti che tengano conto dei fattori sociali;
7. di una conoscenza dei metodi d'indagine e di preparazione del progetto di costruzione;
8. della conoscenza dei problemi di concezione strutturale, di costruzione e di ingegneria civile connessi con la progettazione degli edifici;
9. di una conoscenza adeguata dei problemi fisici e delle tecnologie nonché della funzione degli edifici, in modo da renderli internamente confortevoli e proteggerli dai fattori climatici;
10. di una capacità tecnica che consenta di progettare edifici che rispondano alle esigenze degli utenti, nei limiti imposti dal fattore costo e dai regolamenti in materia di costruzione;
11. di una conoscenza adeguata delle industrie, organizzazioni, regolamentazioni e procedure necessarie per realizzare progetti di edifici e per l'integrazione dei piani nella pianificazione."

Dall'endecalogo è ricavata la matrice ad 11 colonne, che chiarisce le peculiarità del nostro Corso di studi.

 

Calendario delle lezioni, degli esami e della lauree

Le attività didattiche vengono svolte, per tutti gli anni, in 2 semestri della durata massima di sedici settimane (ad esclusione delle vacanze programmate), di cui quindici dedicate a lezioni, esercitazioni ed attività di laboratorio ed una dedicata a recuperi e/o approfondimenti.

Il numero di ore di didattica frontale (lezioni, esercitazioni ed attività di laboratorio) è il seguente:
- insegnamenti da 8 CFU: 90 ore totali distribuite in 6 ore a settimana
- insegnamenti da 10 CFU: 90 ore di lezione distribuite in 6 ore a settimana + 4 ore di laboratorio a settimana.

Per i due semestri, le date di inizio e termine delle lezioni sono le seguenti:
I semestre: dal 25/09/2017 al 20/01/2018
II semestre: dal 05/03/2018 al 16/06/2018

L'attività didattica si interrompe nelle seguenti settimane di vacanza:
dal 23/12/2017 al 07/01/2018 compresi: interruzione attività didattiche per festività natalizie
dal 29/04/2018 al 04/04/2018 compresi: interruzione attività didattiche per festività pasquali

Periodo dedicato agli esami:

Per lo svolgimento degli esami sono previste tre sessioni (invernale, estiva ed autunnale),
ciascuna della durata di 4/5 settimane.

Il calendario delle tre sessioni di esami è il seguente:
sessione invernale: dal 22/01/2018 al 03/03/2018
sessione estiva: dal 18/06/2018 al 28/07/2018
sessione autunnale: dal 28/08/2018 al 22/09/2018

Sedute di laurea

Le date delle prossime sedute di Laurea Magistrale sono consultabili QUI.

Per le scadenze relative alla presentazione della domanda di Laurea e alla consegna del libretto universitario fare riferimento agli avvisi disponibili presso la Segreteria Studenti.

Questo è il link alla pagina facebook della Segreteria Studenti.

 

Segnalazione di problemi/disservizi

...