X

Esempi di inserimento dei termini di ricerca


milano roma: deve essere presente uno dei due termini
+milano +roma: devono essere presenti entrambi i termini
+milano roma: deve essere presente milano ed eventualmente roma
+milano -roma: deve essere presente milano ma non roma
+milano +( venezia): devono essere presenti o milano e roma o milano e venezia, ma i record con milano e venezia hanno rilevanza maggiore.
('<' indica minore rilevanza, '>' indica maggiore rilevanza)
"milano roma": deve essere presente l'esatta sequenza milano roma

Ricerche in: Ingegneria Ambientale
ASUT - Gestione Sostenibile del Territorio e Sicurezza Territoriale
Definizione di modelli operativi per la Pianificazione Comunale e Provinciale di Emergenza in materia di Protezione Civile e redazione delle relative Linee Guida
Questa linea di ricerca è attiva dal 2006 grazie ai finanziamenti ricevuti dal Comune di Roma, dalla Provincia di Roma, dalla Regione Lazio, e grazie alla collaborazione con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile. Le finalità generali delle attività di ricerca risiedono nello sviluppo di approcci, metodi e soluzioni operative finalizzate a sostenere la prevenzione strutturale del rischio territoriale, principalmente connessa i processi di gestione ordinaria del territorio. Un aspetto di particolare rilevanza concerne la possibilità di introdurre i principi della prevenzione strutturale del rischio all'interno dei processi operativi di Protezione Civile. A questo proposito è notevole osservare come gli approcci adottati nelle attività sin qui svolte abbiano finalmente trovato un riconoscimento normativo nella legge 100/2012, ove si riconosce che "I piani e i programmi di gestione, tutela e risanamento del territorio devono essere coordinati con i piani di emergenza di protezione civile, con particolare riferimento a quelli previsti all'articolo 15, comma 3-bis (piani comunali – ndr)". Le attività ed i risultati connessi a questa Lina di Ricerca hanno ispirato la istituzione di un Master di II Livello, inserito del Catalogo Regionale per l'Alta Formazione, ora alla sua terza edizione.   L'attività di ricerca affidata all'Università nell'anno 2012 si colloca in un contesto in cui una pianificazione comunale di emergenza, spesso insufficiente o inidonea, genera una riduzione dell'efficacia delle azioni messe in atto da tutti i Soggetti coinvolti nel Sistema di protezione civile, nonché un eccesso di utilizzo di risorse pubbliche impiegate per la gestione delle emergenze. Obiettivi dell'attività di ricerca sono la definizione di modelli operativi condivisi per la pianificazione d'emergenza provinciale e comunale e la redazione di Linee Guida che costituiscano un supporto di utilizzabilità pratica per gli Enti territoriali chiamati a redigere i Piani di Emergenza. L'attività di ricerca è finalizzata al raggiungimento di un complesso di obiettivi specifici: determinare modelli e procedure operative omogenee sul territorio regionale per le diverse tipologie di rischio e per le diverse fasi operative, nella prospettiva di massimizzazione del coordinamento tra i molteplici soggetti coinvolti; definire i contenuti minimi dei piani di emergenza comunali ed intercomunali, in relazione alle specifiche tipologie dei contesti territoriali di riferimento; definire quali informazioni sono necessarie per la redazione dei piani di emergenza comunali ed intercomunali, la qualità, il formato, ed individuare le relative fonti; delineare le metodologie di riferimento per supplire in maniera speditiva alle eventuali lacune informative derivanti da non sufficienti attività di previsione del rischio (sul versante sia dell'analisi di pericolosità sia della valutazione della vulnerabilità); definire una legenda unitaria per la redazione di mappe per le diverse grandezze rilevanti per la pianificazione di emergenza; definire una struttura unitaria per la memorizzazione dei dati di competenza comunale rilevanti per le attività di programmazione regionale; definire i contenuti e le modalità di comunicazione verso la popolazione, come strumento per la preparazione all'emergenza.