X

Esempi di inserimento dei termini di ricerca


milano roma: deve essere presente uno dei due termini
+milano +roma: devono essere presenti entrambi i termini
+milano roma: deve essere presente milano ed eventualmente roma
+milano -roma: deve essere presente milano ma non roma
+milano +( venezia): devono essere presenti o milano e roma o milano e venezia, ma i record con milano e venezia hanno rilevanza maggiore.
('<' indica minore rilevanza, '>' indica maggiore rilevanza)
"milano roma": deve essere presente l'esatta sequenza milano roma

Ricerche in: Ingegneria Ambientale
Bonifica e gestione di siti contaminati e dismessi
Supporto tecnico-scientifico sugli aspetti ambientali e sanitari relativi alle attivita dei siti versalis
Supporto sulle seguenti tematiche: bonifica e gestione di siti contaminati, caratterizzazione di suoli, acque, sedimenti e rifiuti, trattamento delle acque, trattamento e gestione di rifiuti, emissioni e problematiche relative alle emissioni di CO2, analisi di ciclo di vita anche nell'ambito delle attività di product stewardship
Elaborazione di strumenti e metodologie a supporto della gestione e bonifica di siti contaminati
Contratto triennale 2013-2016 con eni-centro ricerche Donegani relativo allo sviluppo ed interpretazione di sistemi di monitoraggio innovativi applicati ai siti contaminati.
Parere tecnico su progetto Enel di recupero ambientale del parco serbatoi ? Centrale di Torrevaldiga
Le attività svolte sono relative al progetto di recupero ambientale del parco serbatoi della centrale Enel di Torrevaldiga, sono finalizzate a fornire un parere tecnico  in merito alle seguenti questioni: Contiguità con aree dove esiste una attività produttiva ad alta pericolosità Presenza di elettrodotti non interrati sovrastanti Potenziale contaminazione dell'area da destinare a parco
Holistic Management of Brownfield Regeneration (HOMBRE)
Il progetto HOMBRE, finanziato dalla Commissione Europea e dai partner nell'ambito del Settimo Programma Quadro, Tema FP7 ENV.2010.3.1.5-2: Environmental technologies for brownfield regeneration, affronta il problema della rigenerazione dei Brownfields, ovvero di “siti che siano stati influenzati da usi precedenti, siano derelitti o sottoutilizzati, siano completamente o parzialmente in aree urbane sviluppate, richiedano interventi per riportarli ad usi benefici, possano presentare problemi di contaminazione reali o percepiti”. Il progetto è coordinato dall'ente di ricerca olandese “Deltares” e vede la partecipazione di partner appartenenti a Spagna, Francia, Italia, Regno Unito, Germania e Polonia. La visione del progetto è di sviluppare una modalità di gestione olistica del processo di rigenerazione dei BF - HOlistic Management of Brownfield REgeneration (HOMBRE)-, con la prospettiva di raggiungere l'obiettivo ambizioso di  ‘Zero Brownfield' . Nell'ambito del progetto si prevede di sviluppare lo strumento del BF Navigator per guidare il processo di rigenerazione dei BF verso l'elaborazione di soluzioni di rigenerazione dei BF economiche, rapide e sostenibili, mediante l'introduzione di strumenti finalizzati al riconoscimento precoce ed alla prevenzione dei potenziali BF, la migliore implementazione di soluzioni tecnologiche di bonifica e delle opzioni di riutilizzo del sito. In merito alle soluzioni tecnologiche, si prevede di sviluppare treni tecnologici che consentiranno di combinare in maniera ottimale le tecnologie in-situ ed ex-situ, tenendo in considerazione la loro integrazione con concetti di efficienza energetica, gestione ottimale dei rifiuti e delle acque, riutilizzo di materiali e suoli all'interno del sito. Laddove manchi un driver economico per una soluzione tecnologica adeguata, il progetto prevederà di esplorare alternative “soft” o eventualmente il riutilizzo “ad interim” del sito, in attesa di una soluzione definitiva di riqualificazione del BF.  
Consulenza per la redazione di piano di caratterizzazione relativo ad un sito ubicato nel Comune di Capranica (VT)
L'attività richiesta dal COMUNE DI CAPRANICA  si inquadra nell'ambito dei settori di interesse su cui i Docenti in questione operano da anni ed in particolar modo nel filone di ricerca inerente la bonifica dei siti contaminati. Le attività  sono finalizzate a dare supporto tecnico scientifico al COMUNE DI CAPRANICA in tutte le fasi procedurali e di redazione del “piano della caratterizzazione” riguardante il sito "CAVA DI POZZOLANA IN LOC. PROSPERO", anche attraverso la partecipazione ad incontri con il pubblico e/o con le Autorità coinvolte nell'iter procedurale di approvazione dello stesso piano.
Attività finalizzate alla redazione del piano di caratterizzazione del sito in località ?i Tre Monti? nel Comune di Bussi sul Tirino (PE)
Lo studio è finalizzato alla redazione del Piano di Caratterizzazione del sito in località Tre Monti nel Comune di Bussi sul Tirino, interessata dall'abbandono in condizioni incontrollate  di rifiuti industriali quali scarti di produzione, inerti da demolizioni edili ed altri materiali. In base alle indagini effettuate sull'area in oggetto, di estensione pari a 39.000 m2, le matrici ambientali del sito risultano contaminate prevalentemente da composti organici clorurati  ed in misura minori da IPA e composti inorganici. Il sito è stato oggetto di un intervento di messa in sicurezza d'emergenza (MISE), consistita nella realizzazione di una barriera impermeabile superficiale. Le attività da effettuare potranno inoltre individuare la necessità di eseguire ulteriori indagini.
Simulazione sperimentale della tecnologia ISCO
Il progetto si inquadra nell'ambito di una serie di attività svolte per conto della committente a partire dal 2006, finalizzate alla applicazione in scala pilota e scala reale di interventi di bonifica di siti contaminti, basati sulla tecnologia ISCO (In-Situ Chemical Oxidation). In questo progetto si prevede di mettere a punto in scala di laboratorio una metodica di monitoraggio basata sulla misura di parametri geochimici, di facile e pressoché immediata misura, dalla cui interpretazione si possa ottenere una risposta ai punti sopra citati. Tale metodica sarà sviluppata per due sistemi ISCO di interesse per i siti di riferimento selezionati da eni R&M nell'ambito del progetto in corso: (a) sistema ISCO basato sull'utilizzo di permanganato di sodio per l'ossidazione di solventi clorurati: (b) sistema ISCO basato sull'impiego di reattivo Fenton per l'ossidazione di MTBE e/o idrocarburi.
Definizione di metodologie di analisi del rischio connesso alla gestione di siti contaminati
Il progetto è finalizzato allo sviluppo di modelli di trasporto e strumenti di calcolo da applicarsi nell'ambito delle attività di valutazione del rischio legate a condizioni di contaminazione di matrici ambientali. L' attività principale è mirata in particolare a sviluppare modelli di trasporto da sedimenti contaminati verso la colonna d'acqua in corpi idrici lacustri a supporto della applicazione ed interpretazione di sistemi innovativi per il monitoraggio della effettiva frazione disponibile di contaminanti presenti nei sedimenti, sviluppati dalla committente. La seconda attività è finalizzata allo sviluppo di modelli di trasporto da suoli e falde contaminati, che tengano in considerazione fenomenti di attenuazione naturale e di biodegradazione, idonei alla applicazione nell'ambito delle tradizionali procedure di analisi del rischio previste dalla normativa nazionale.